L’antipatico

Posted on 03/12/2010

0


Siamo al 3 dicembre e giochiamo ancora a palla avvelenata. Che a giocare siano in troppi era già chiaro da tempo. Tra Confindustria, Fiom, Fim, Csl, Cgl, Uil e chi questo chi quell’altro non si è mai d’accordo, è normale, that’s the italian way. Ma in prima base c’è sempre lui, Marchionne con tutta la sua antipatia, sempre rigido e in disaccordo e con le sue teorie sulla distruzione del sindacalismo italiano.

Furbo lui però, caccia prima il bastone, poi la carota.  All’aumento della produzione a Mirafiori seguirà un aumento di 300-400 euro netti al mese nelle buste dei lavoratori per gli straordinari. Però gli operai non devono scioperare durante gli straordinari pena sanzioni contro il sindacato che indice le agitazioni. Embè, mi chiedo cosa ci sta a fare il sindacato. E mi chiedo pure perché mettere le mani avanti in questo modo, affermare prima che ci sarà un aumento ( a mio parere antietico) della produzione, promettere una sottospecie di aumento, però in cambio volere l’annullamento del sindacato?

Ed è  ancora più strano, che alla luce del più consistente investimento economico di fiat (con Chrysler) dal 1994(1 miliardo di euro) vengano chieste queste condizioni inique per i lavoratori e i sindacati italiani. Non per spirito pan-sindacalista, ma semplicemente per paura di soffocamenti delle proteste in caso la fiat chrysler scappi via all’estero col bottino.

Annunci