bisogna trovarsi un hobby

Posted on 21/03/2011

1


Tipo il giardinaggio. Ma io lo odio.

Quando il pranzo genitoriale si trasforma in un piatto muto, le parole vengono travisate, gli sguardi carichi di odio sfuggono a un certo punto ci si alza e bisogna trovarsi un hobby. Come il giardinaggio, ma io lo odio.

Ho un rapporto conflittuale con il cibo: a volte non ne ho preso abbastanza a volte mi nausea e preferisco non mangiare. Dalla mia bocca non entra e non esce nulla quando sono nauseata dal mondo. Devo dire che è una dieta efficace.

Quando questo avviene tutta la catena dei bisogni basici viene compromessa. Ci si addormenta in un sonno vacuo sudato in attesa che nel risveglio sia cambiato qualcosa. Ma il pensiero magico non funziona più di tanto. Oddio, quaggiù siamo ancora tanto attaccati ai riti scaramantici e religiosi fino al punto di credere che questi possano cambiare il malessere che ci circonda.

Il padre di famiglia meridionale esige rispetto. Rispetto per il suo ruolo in quanto tale, come un monarca in piena regola,  rispetto perché sta tutto il giorno fuori casa per voi, per portarvi il vile denaro, figli degeneri che non siete altro.

Poco importa se avete passato tutta l’infanzia dietro la porta ad aspettare vostro padre per giocare, l’adolescenza a casa da soli affrontando tutti i cattivi lupi che si presentano dietro la porta vestiti da pecora. Se la famiglia di partenza è più importante di quella di arrivo, quello che conta è il vile denaro. Che poi viene anche erogato con il contagocce, perché prima di voi, figli prodighi e degeneri, vengono altre persone. Le stesse persone che hanno reso la vostra casa, la vostra famiglia, la vostra salute, e infine la vostra autostima un pacco regalo ripieno di paure e di incertezze.

Oggi però, dopo tanti anni, tornate a casa con il sorriso da adulto e l’animo del perdono cercando di essere concilianti e di finire questo maledetto pranzo che da anni è sempre lo stesso. Freddo e amaro.

Annunci
Posted in: figli